mercoledì 6 dicembre 2017

0 Tutorial: Utilizzo del Blender - Parte 2

Ciao a tutti!
Eccoci ritrovati dopo tre settimane, pronti a scoprire altri segreti del blender!

Innanzitutto, se vi siete persi la prima parte, potete leggerla qui:


Non è assolutamente necessario farlo per comprendere questo secondo tutorial, ma può esservi utile per conoscere alcuni dei più comuni utilizzi del Copic 0.

Ritorniamo alla nostra scaletta, vista nelle prima parte:
1) Stendere le basi
2) Sfumare a bianco
3) Correggere errori
4) Schiarire un colore
5) Creare pattern col blender
6) Creare pattern con stoffa bagnata di blender

I punti ancora da trattare sono 4 - 5 - 6

4) Schiarire un colore
A volte capita di dover schiarire un colore che è rimasto più scuro di quanto ci saremmo aspettati; altre volte, invece, vorremmo inserire elementi nel disegno che sono più chiari dello sfondo su cui dobbiamo piazzarli, come delle bolle di luce.
Il blender viene in nostro aiuto in entrambi i casi.

Ad esempio, ho creato un gradiente con i colori BG45 - BG49 - BG09 che vorrei rendere più chiaro nella parte bassa del riquadro.



Semplicemente, passando il blender sul BG45 riesco a schiarirlo, dando delle pennellate dal basso verso l'alto.



Il colore viene sciolto dall'alcol contenuto nel blender e tende ad allargarsi.
Il rischio, però, è che il colore così facendo si espanda troppo fuoriuscendo dai bordi (come è successo a me)

Inoltre bisogna fare attenzione che il pigmento non scompare, ma viene semplicemente spostato; e dove, se non sui bordi della zona colorata col blender?
Per questo motivo sarebbe comunque meglio creare la sfumatura col colore più chiaro (ad esempio BG13) anziché usare il blender.


Tuttavia, questo effetto, che può essere dannoso ai fini della nostra illustrazione, può anche essere usata come tecnica per creare delle splendide bolle di luce.
Tenendo il pennarello in verticale, ho creato delle piccole bollicine premendo leggermente la punta in modo che fuoriesca l'inchiostro.



Dopodiché ho ripetuto il processo per creare meglio le bolle; in particolare, la seconda volta ho fatto in modo che si creasse il "bordino" di pigmento, che ha delimitato le bollicine (che possono anche essere d'acqua o sapone)

Per creare l'effetto luminoso ho usato YG00 per fare l'alone giallastro nella zona appena schiarita


Infine con il bianchetto Misnon ho creato i punti di luce

5) Pattern col Blender
Un altro effetto carinissimo è utilizzare la proprietà schiarente del Blender per creare pattern geometrici sulle zone colorate, un tocco di classe nel caso in cui si dovessero colorare dei vestiti.
Innanzitutto ho creato una base col B63


Successivamente, armato di righello e punta piatta del blender ho creato delle righe di varie dimensioni



Incrociandole in entrambi i versi, ho creato un tessuto tipo Tartan


Con l'aggiunta di un colore più scuro come BV13 ho completato il pattern


6) Stoffa e Blender
Ultimo utilizzo del blender che presento, l'uso della stoffa bagnata col blender per creare degi effetti davvero originali sul vostro tessuto!
Innanzitutto, ho creato una base disomogenea con R46, RV66 e R59



Successivamente, ho preso uno straccio - deve essere comunque un pezzo di stoffa con una trama molto evidente e in rilievo, se no non funziona! - e l'ho imbevuta di blender


Usandolo come un tampone sono andato a picchiettare la zona bagnata dello straccio su tutto il disegno variando un po' l'angolazione ad ogni picchiettata



Ripetendo un paio di volte il processo, otterrete un effetto simile!
Non sembra un caldo maglione invernale? :)



Sperando che questi due tutorial vi siano piaciuti, vi saluto dandovi appuntamento al prossimo tutorial!
Ciao! :)


Matteo Dodo





Nessun commento:

Posta un commento