mercoledì 31 dicembre 2014

0 Tutorial: New Year's Eve Special - All that glitters is gold



   Ed eccoci all'ultimo giorno di questo 2014... quindi anche all'ultimo tutorial dell'anno!
   Vediamo come creare una cartolina d'auguri d'effetto, anche se abbiamo dietro soltanto una manciata di colori perchè magari siamo in viaggio per le feste, tra parenti&co.


   Vi faccio conoscere un altro personaggio della mia storia: l'altra volta abbiamo visto Alice, oggi tocca a Celeste, la coprotagonista.
   Mi servirò di una lineart estremamente semplice e non troppo dettagliata (andrò a lavorarci meglio direttamente con il colore), fatta con una penna biro nera.
   Perchè questa scelta? La biro, al passaggio dell'inchiostro alcolico, tende a sciogliersi e a sbavare.    
   Con un po' di attenzione, questa particolarità crea degli effetti davvero interessanti, che a me personalmente piacciono molto.


   Come colori useremo soltanto le varie gradazioni dell'E30, sarà un effetto a tema cromatico (facciamo finta che sia una scelta ponderata e non frutto della mancanza dei colori!).
   Parto con l'E30, un color pelle molto chiaro, e vado a definire le ombre e i volumi di base di viso e corpo.


Con l'E31 vado a marcare le ombre abbozzate sopra (è discretamente fornita la ragazza!)

 

      Normalmente coloro i capelli di Celeste con il BV29, un blu-violetto scuro.
      Per rispettare la sfumatura dei marroni stavolta li farò partendo dalle ombre, usando l'E39.


    Dopo l'E39 vado ad ammorbidire i riflessi della luce con l'E33, l'effetto complessivo sarà piuttosto lucido *splendido splendente*


   Riprendo l'E39 per ombreggiare pupilla e iride.


    Con E30 e E31 pennello delicatamente il vetro del bicchiere e lo spumante.
    Consiglio per quando disegnate recipienti con dei liquidi: lasciate sempre un bordo vuoto tra il liquido colorato e i contorni del recipiente, l'effetto del vetro sarà molto più realistico.
  

   Riempio il resto degli occhi con l'E33 e l'E30. Vedete le ombreggiature grigie? Ecco, quella è esattamente la penna biro dei bordi, sbavata volontariamente passandoci sopra il colore. Per enfatizzare le zone di maggiore ombra.

 
Passiamo, con l'E39, al corpino del vestito. Definisco le ombre delle pieghe, in questo caso partono da una cucitura centrale che fa arricciare il tessuto.


   Le zone più in luce le picchietto con la punta dell'E33 e dell'E31, per ricreare un effetto lustrini (ricordate il primo tutorial sui tessuti?)

 
   Applico lo stesso procedimento a puntinismo per creare uno sbarluccichio di sfondo che renderà tutto molto più d'atmosfera.


  Proseguo...

 
 Disegno il ciondolo a forma di Omega che Celeste indossa sempre, non l'ho fatto prima per non far sbavare la biro nel colorare la pelle.

 
   Ho ritrovato in casa una vecchia colla brillantinata color oro, di quelle che una volta asciutte restano tridimensionali.
   Mi ricorda di quando impiastricciavo tutto di colla e brillantini da piccola... un richiamo irresistibile!


   Distribuisco brillantini sul ciondolo, sul nastro dei capelli, sulla parte illuminata del corpino, nello spumante e un po' intorno alla figura.
   Lascio asciugare...


   Ed ecco la cartolina d'auguri terminata. Molto semplice come gamma cromatica ma sicuramente d'effetto, specie se arricchita con i glitter dorati!

   Ora mi preparo per l'ultima sera dell'anno... non mi resta che augurarvi un felicissimo 2015, che vi porti i risultati che con fatica e impegno state cercando di ottenere!
BUON ANNO!!

Lidia.

martedì 30 dicembre 2014

0 Alexander McQueen, primavera 2008 - Mélique Street


Ciao a tutti! Sono Marina di Mélique Street e oggi vorrei dimostrarvi come ho designato due outfit di una delle mie collezione preferite di tutti i tempi: Alexander McQueen in collaborazione col cappellaio Philip Treacy, primavera 2008.


1. Prima traccio la composizione a matita con linee sottili, appena visibili. Poi con i Copic, faccio alcune linee principali che trasmettono il movimento. Più vicino ed importante è il dettaglio, più viva e scura sarà la linea. Utilizzo il Blender, questo strumento multifunzionale che in questo caso aiuta a fare i colori più trasparenti, le tonalità più complessi ed assicura una transizione scorrevole tra un colore e l'altro. Per questa illustrazione ho usato un mix di grigio-caldo, rosa, viola ed ocra che ho mescolato come se fossero acquerelli su una tavolozza di plastica e poi, le tonalità ottenute sono state assorbite dal Blender. A me piace l'approccio pittorico anche quando lavoro con i pennarelli. I colori possono essere mescolati, sovrapposti l'uno sull'altro.


2-3-4. Inizio a colorare le aree più chiare e grandi. Per i capelli è anche molto comodo il Blender per una transizione scorrevole dalle ombre alla luce. In realtà, l'abito in seta al primo piano è nero, ma in questo caso particolare non voglio utilizzare solo il colore nero, al contrario, vorrei mostrare tutta la potenza della seta cangiante che riflette la luce viva e gli oggetti che la circondano. Quindi ho scelto più sfumature di grigio, blu e viola. Si lavora gradualmente dalla luce all'ombra. Questa volta ho deciso di andare in questa direzione, anche se a volte lavoro al contrario dallo scuro al chiaro. L'abito rosa chiaro in pelle di serpente è molto più scintillante, brillante e contrastante di quello in seta nera. Ma si trova dietro, al secondo piano, non è quello principale in questa composizione e quindi sarà meno lavorato. Ho illustrato molto schematicamente il disegno della pelle di serpente con colori rosa più scuri.




5. Il lavoro principale è fatto, prendo una penna gel bianca (si può anche utilizzare un pennarello a vernice bianca), che aiuta a schiarire alcune aree e disporre i riflessi che vanno molto bene su capelli lisci, abiti in pelle, cinture e seta.


6. Il contorno nero (pennarello Copic nero, inchiostro cinese e piuma) appare solo sulla figurina grande perché deve risaltare. Per contornare la seconda figurina, ho preso matite di colori più chiari - grigio e marrone. Per unire le due figurine, ho tracciato qualche linee leggeri tra di loro che mi ricordano la scenografia di luci di questa sfilata incredibile.


Grazie a tutti e buone feste!

Marina Meliksetova


venerdì 26 dicembre 2014

1 Un orsetto per un nuovo arrivato♥

Buon giorno e buone feste!
 
Franz di nuovo con una nuova immagine colorata con i miei amati Copic.
 
Il mio progettino di oggi ha come protagonista un bell'orsetto della Lili Of The Valley; la mia amica Cristiana aveva bisogno di una card per un bimbetto tutto nuovo nato proprio poco prima di Natale e gli orsetti vanno sempre bene per i bimbi piccoli :)
 
 
Il colore protagonista della card è l'azzurro abbinato a qualche tocco di marrone qua e là:
 

Le carte che ho utilizzato sono di varie marche, i nastrini e i bottoncini di legno sono The Ribbon girl, Il sentiment è timbrato, ritagliato e spessorato con della carta Kraft.
 

 Lo sfondo questa volta è realizzato con le matite, mentre il terreno è colorato con i Copic nei toni del grigio caldo.
 


 Ho decorato un pochino anche l'interno aggiungendo un ritaglio di carta bianca per scriverci su, più qualche pezzetto di carta pattern che riprende le fantasie della decorazione frontale.
 
Spero che la mia card sia stata apprezzata dai destinatari e che sia piaciuta anche a voi!
Un abbraccio e di nuovo buone feste, 
Franz



 
 


Copics:

Orsetto: E00, E13, E15, E18, E29
Carretto: E40, E70, E71, E74, E77, E49
Ruote: B37, B95, B93, B91, B0000
Sfondo: Prismacolor Pencils
Terreno: W1, W3, W5, W7

mercoledì 24 dicembre 2014

0 tutorial: ROSSO! (ovvero, come arrangiarsi quando ti mancano dei colori per i biglietti natalizi!)

Siamo a uno schiocco di dita dal Natale!!!

Colgo l'occasione, oltre che per fare gli auguri, per mostrarvi qualche simpatico trucchetto...
Ho prestato dei copic che mi sono scordata di riprendere... quindi ora sono senza i miei amati Cardinal (R59) e Peony(RV69) per ombreggiare i rossi. colori che uso piuttosto spesso, insomma.

Quindi mi sono ingegnata e sono riuscita ad ottenere risultati più o meno soddisfacenti con quello che avevo e...beh, perchè non condividerlo con voi?

Questo tipo di trucchetti è ottimo per ottenere tinte da altri colori, quindi se avete pochi pennarelli... <3


Questi chibi sono le piccole cavie di oggi: da sinistra a destra, Leza, Maugan, Maine, Rory, Finnighan e Finlay u.u

Ciascuno di loro è stato realizzato con rossi diversi... per prima cosa ho inchiostrato  i disegni con un multiliner 005, e ho colorato tutte le parti che non erano inerenti al tutorial, come pelle, capelli e accessori. I colori usati sono tutti segnati in basso!


Sono partita da Leza, che avendo i capelli bianchi è ottimo per essere colorato con colori chiari. Quindi mi son detta... se non ho un colore più scuro per ombreggiare il rosso... posso schiarire tutti gli altri toni, finchè il rosso diventa il più scuro e fa da ombra! 


Ho utilizzato un R00 per la base, molto chiaro... Sarà il colore delle parti illuminate, anche se lo stendo su tutta l'area. Successivamente ho dato R22, che diventa in questo modo la base. R35 era il rosso che avevo a disposizione e l'ho usato per dare piccole ombre nelle pieghe!
Questa è una colorazione molto pastellosa adatta per esempio a immagini in stile shojo.


Passiamo a quella faccina da schiaffi di Mau:
Per lui volevo un colore bello carico, non sta bene slavato, quindi non potevo usare lo stratagemma di prima.




Ho usato un viola, una cosa media, non troppo scuro (se fosse stato tendente al BV, per esempio, su un rosso carico sarebbe sembrato un grigiastro scuro) nè troppo chiaro (altrimenti non si vede sul rosso!), ho optato per un V17, e l'ho passato per primo per fare le ombre nelle pieghe. Poi su tutto la base R29, e se il tessuto è lucido, allora si può lasciare qualche striscia di luce bianca.

L'effetto è piatto e semplicissimo, inoltre mi piace che in alcuni punti si intravveda di più il viola, con questi effetti un pò cangianti.


Questo è Maine!
Ho voluto differenziare un poco la parte sopra e sotto del vestito... per variare il più possibile tra loro gli esempi ho fatto così, ma  se per i pantaloni avessi usato la gamma di Finn sarebbe venuto ancora meglio perchè i pantaloni sarebbero risultati più bordeaux e meno violacei. ma arrangiamoci e vediamo cosa si può fare con pochi copic!


Molto semplicemente, ho passato V 15 nelle ombre scure delle pieghe, e l'ho fatto nella stessa maniera sia nella maglia che nei pantaloni, solo che sotto ho passato anche uno strato di V05.

Per finire, la base R35, che è un rosso un pò slavato.


La colorazione di questi chibi è molto piatta e semplice, quindi in realtà non conta molto se passate prima le ombre o le basi. generalmente se si immagina che la sovrapposizione di due colori si bilanci intorno al 50% per ciascuna delle due passate, in verità, la seconda passata incide per un 60% e la prima diminuisce ad un 40, perchè il colore che viene passato per secondo 'spinge' il colore che sta sotto all'interno delle fibre della carta per farsi spazio, e si vede un pò di più! Ricordate quindi che il secondo colore potrebbe cancellare un pò quelli sotto, se non c'è tanta differenza. non sempre è un difetto, infatti, dato che cerco di ottenere toni più 'rossi', quello sarà il tono dominante che passerò per ultimo.

 Rory <3
...E se l rosso non ce l'aveste proprio?



C'è un colore estremamente sottovalutato, RV06, che sembra un evidenziatore rosa fluo e non lo vuole nessuno, ma mi ha salvato le natiche un sacco di volte, mescolato ad altri colori... per esempio un arancio, tipo YR04.
(anche qui passo prima l'arancio e poi il rosa, così il risultato sarà più caldo e più rosso). Una passatina di E04 per le ombre e via!


Finn e Finnie hanno la stessa base, ma due ombre diverse! 

Per loro un R46, bello intenso. (ho usato lo stesso rosso anche per i ciuffi di capelli e gli occhi. 



Le ali sono ottenute  con V15 e RV06, che sono colori segnati negli esempi precedenti e il B16, C7 e C5 segnati in fondo ai chibi. Quindi non è stato aggiunto nessun colore!)



Le ombre le ho passate semplicemente con un marrone caldo E19 per Finn e un B23 per Finnie, per mostrare la differenza di due toni sulla stessa base.
Il blu su di lei diventa praticamente grigio, mentre l'E 19 è il mio preferito<3


Spero siano stati esempi utili e le applicazioni sono infinite, con qualsiasi colore!



Buon Natale!

Alice





lunedì 22 dicembre 2014

0 HO-HO XMAS

Eccoci qui , ci siamo  . 
Per augurare a tutti voi Buon Natale e Buon Anno Nuovo ho preparato questa card utilizzando il timbro An Amusing Xmas Sign della The Paper Shelter.

Il timbro dice già  tutto "HO-HO Xmas" ....che altro aggiungere?
Con questo timbro protagonista , non  è stato necessario molto altro per realizzare la mia card.
Bazzil in tinta unita , pattern Graphic 45 e Teresa Collins un nastrino rosso un piccolo pon pon  alcuni strass e voilà, il progetto è completo.
Ho scelto i classici ,ma sempre belli, colori natalizi sulle tonalità del verde-rosso.
Approfitto di questa bacheca per rinnovare a tutti voi i miei più sinceri e colorati auguri di Buone Feste!
A presto!
Copic utilizzati:
Verde: G20 - 24 - YG 61
Giallo : Y32-35-38
Rosso: R 11-20-22
Marrone: E30 - 31- 33- 35 -37
Azzurro: B0000-00

Ciao ciao

venerdì 19 dicembre 2014

0 Buon Natale , Merry Christmas !


Buongiorno, 

Mancano pochi giorni a Natale...siete pronti??

Vi ho preparata un biglietto particolare ( side step card ) con l'uso della fustella di Sissix.
Prima facevo questo tipo di biglietto sempre a mano 
ma devo dire che con la fustella è molto più semplice.

Ho pensato di ringraziare Babbo Natale...in anticipo...chissà che aiutera??

Mi dispiace che le foto non sono proprio il massimo, in realtà i colori sono vibranti!
Il mio pc è stata riparato dopo un serio guasto 
è adesso non ho ancora avuto modo di re-installare il mio software per migliorare le foto.


Questo timbro è di The Greeting Farm ( Dollie with gifts ) , lo adoro!
Ovviamente colorato con i Copic , ma ho aggiunto qualche dettaglio con 
un Copic multiliner SP ( ricaricabile sky blue  0.3 ) azzuro .

Per esempio sul pacco ho disegnato delle righe/scacchi .

Thank you è stata timbrata con un timbro di Hero Arts,
le letterine SANTA sono state tagliate con la fustella di Marianne Design.
Ho usato la gomma crepla glitterato..
Il cuoricino è stata tagliato con la fustella di MFT ( die-namics ).
Buon Natale è stata timbrata con un timbro di Scrap IT design.


Avete visto che ho aggiunto delle righe intorno alla carta 
con il Copic multiliner sky blue?
Prima era troppo bianco.


I colori che ho usato sono :

pelle : E 00, E 11, E 13
guance : R 39, R 14, E 93, E 02 , molotov white
occhi : multiliner black 0.3, BG 11, BG 15
ombretta : B 21, BG 11, BG 15 
capelli : YR 00, YR 21, YR 24, Y 35, E 35
giacca : T 0, T 1, T 3, T 5, B 21, B 23, B24
stivali : N 10, N 8, N 5, N 3
calzini : B 21, B 23
vestito : R 35, R 37, R 39, R 59
pacchetti : B 35, B 37, B 39, BG 11, BG 15, B 21, Y 11, Y 13, Y 13
multi liner SP sky blue, molotov white

Un Buon Natale con il cuore e fiocco a tutti voi!


Hugs Blankina




mercoledì 17 dicembre 2014

1 Tutorial: Resa dei differenti tipi di tessuto - parte 2


   Eccoci qua con la seconda parte del tutorial sui tessuti! (trovate qui la prima parte)
   La settimana scorsa avevamo lasciato Alice con tre t-shirts e nessuna gonna, poveretta.
   Proseguiamo quindi con tre diverse proposte, anche oggi utilizzando solamente tre toni di Copic Sketch, precisamente i grigi freddi C5, C7 e C10.


Gonna a pieghe

   Stavolta non specifico il tessuto, dato che nella prima parte ho fatto qualche esempio.
   Tuttavia esprimo una caratteristica del capo, ovvero le cuciture della classica gonna a pieghe fitte.
   Per rendere meglio l'effetto mi servirò di un contrasto forte tra luce e ombra (verosimilmente un tessuto lucido) per cui le zone illuminate saranno lasciate in parte bianche.
   Inizio col colore più scuro, il C10, e vado a definire le zone d'ombra più scure in corrispondenza delle cuciture che conferiscono le pieghe alla gonna.
   La pennellata deve partire larga e terminare con una punta sottile.
   Saranno equidistanti e abbastanza regolari, tenendo sempre conto dei volumi delle gambe che ci sono sotto, altrimenti rischiamo l'effetto pupazzetto delle Lego "ho un pezzo di plastica colorata come addome e mi hanno attaccato due gambe sotto".


   Proseguiamo poi con il C7 a smorzare le ombre e ad allargarle, seguendo la volumetria delle pieghe.


   Lasciamo delle zone in bianco colpite dalla luce, al centro di ogni rigonfiamento delle pieghe verso l'esterno...


   Diamo qualche ultima rifinitura con il C5 e il gioco è fatto. Semplice no?

Gonna con cuciture laterali

   È un modello "tradizionale", piuttosto lineare e semplice.
   Facciamolo in un tessuto più opaco stavolta, valgono gli stessi accorgimenti della maglietta: ombre più larghe e piene, luci meno forti e ben distribuite.
   La stoffa si muove di più tra le due gambe, quindi farà più ombre.
   Inizio stavolta col grigio più chiaro dei tre, il C5. Vado a definire le ombre di massima, decido dove andrò a stratificare maggiormente col colore.


   Dopodichè con il C7 scurisco seguendo lo schema che mi sono creata con gli strati di C5.
   Con il C10 aggiungo profondità alle ombre più importanti.


   Riprendo il C5 per ammorbidire i contorni delle ombre...


   ... ed eccoci qua!

Gonna in pelle

   Qui cito per forza il materiale perchè fa storia a sè. La gonna in pelle ha un fascino tutto suo, vediamo come ricrearne il particolare effetto.
   Parto, come per la prima gonna, dalle ombre più scure con il C10.
   Ci vado giù decisa e le faccio quasi squadrate, con angoli molto netti rispetto a prima.
   Prendete ispirazione dalle foto dei cataloghi e dei siti di abbigliamento per dare una direzione alle pieghe, aiuta molto.
   Non si improvvisa mai, l'osservazione della realtà è la miglior fonte di apprendimento.


    Finite le pieghe più scure, alterno il C5 e il C7 per le zone meno in ombra, mantenendo sempre una campitura piuttosto netta e poco sfumata. Prima che l'ombra più chiara tocchi quella più scura, lascio una striscia in mezzo: lì è dove colpisce la luce.


   Un po' di pazienza e vedrete il risultato prendere forma sotto i vostri occhi.


   Ovviamente lo stesso criterio si può applicare anche a indumenti diversi, una bella giacca in pelle da motociclista ad esempio.
   Ecco finite le tre versioni di Alice, direi che ha un guardaroba di tutto rispetto! Un po' monotono nei colori forse, ma che ci vogliam fare...


   Spero che anche questa seconda parte vi sia stata utile!
Vorreste vedere qualche altro tessuto in particolare? Proponete pure :)
Alla prossima!!

Lidia.